Blog – Full Width

di

HTML5 Cloud

Nella form di login è stata predisposta la scelta di utilizzo del programma in cloud mediante html5 o come remote-app, in modo che i programmi che gestiscono la funzionalità di stampa siano ottimizzati in base alla scelta effettuata.

Nel caso di software onpremise in locale o rete lan e/o vpn la stampa sarà processata direttamente sul client. Nel caso di utilizzo in cloud html5, la stampa una volta elaborata e ultimata lato server sarà scaricata in automatico dal client che l’ha richiesta ed eventualmente, aperta automaticamente se impostato nelle proprietà del browser utilizzato. Nel caso di utilizzo in cloud con remote app invece, la stampa una volta elaborata e ultimata lato server sarà copiata nella cache della app sul client che l’ha richiesta ed  aperta automaticamente sul client stesso.

di

Aperture esercizio contabile

E’ stato implementato un controllo che blocca la funzionalità di apertura esercizio contabile, nel caso in cui esista un esercizio precedente non ancora chiuso, per evitare di dover recuperare in seguito i progressivi per una chiusura differita.

di

CogeNet Server Mirroring

La procedura di Server Mirroring permette di replicare i database da un server ad un altro a caldo, senza interrompere la normale attività.

Per il funzionamento sono necessarie delle configurazioni particolari a livello di sistema:

  • è necessario impostare BackupAndSend con dei parametri specifici di configurazione, così come segue:

<?xml version=”1.0″ encoding=”utf-8″ standalone=”yes”?>
<Config>
<NomeServer>localhost</NomeServer>
<WS>http://192.168.200.18/WSInSoftware.asmx</WS>
<NomeDBCG_G2>dbcg_g2IS</NomeDBCG_G2>
<ServerMirroring>S</ServerMirroring>
<PathBackup>C:\is\BackupAndSend\</PathBackup>
<NomeServerLocale>localhost</NomeServerLocale>
<NomeFileZIP>IS.zip</NomeFileZIP>
</Config>

In grassetto i parametri necessari la funzionamento di ServerMirroring.

Per switchare da BackupAndSend a ServerMirroring impostare il Tag <ServerMirroring>S</ServerMirroring>
Impostare quindi il server remoto da cui prelevare i dati con il Tag <NomeServer>localhost</NomeServer> ed il relativo Web Service (se utilizzato da remoto) con il Tag <WS>http://www.remotehost.com/WSInSoftware.asmx</WS>
Impostare anche il database delle aziende con il Tag <NomeDBCG_G2>dbcg_g2IS</NomeDBCG_G2> dal quale il software preleverà i nomi dei database da salvare  oltre al db specificato nel Tag, infine impostare il nome del server locale, che normalmente sarà localhost o localhost\sqlexpress

Tutti gli altri parametri sono necessari per il funzionamento nella modalità BackupAndSend.

  • Installare una VPN per mettere in comunicazione i due server remoti fra loro se non in rete LAN

Una VPN SOFTWARE è sufficiente per la gestione e il data transfer di backup di database di circa 1 TB è stimato nell’ordine dei 10 minuti con una connessione in fibra (almeno fttc), a seconda della velocità di connessione e della dimensione dei database da trasferire si dovrà gestire la frequenza per evitare carichi di rete onerosi.

Una volta installata la VPN si dovrà condividere il percorso nel quale il client chiederà al server di depositare i backup e dal quale li andrà ad intercettare e trasferire in locale e quindi a ripristinare. I parametri da configurare sul DB G2 del Server di origine sono i seguenti:

  • PathBckLocaleSuServer (Il percorso in cui il server remoto depositerà i backup localmente)
  • PathBackupDiRete (Il percorso per arrivare in rete a PathBckLocaleSuServer dal client)
  • PathXRipristinoBkp (Il percorso su cui copiare in locale sul client i backup da ripristinare)
  • ServerSQLRemoto (Il nome del server a cui collegarsi e da cui prelevare i DB)
  • ServerSQLLocale (Il nome del server locale su cui ripristinare i dati)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

di

Annullamento certificazione unica di un fornitore precedentemente inviata all’AdE

In caso fosse necessario annullare una certificazione unica di un fornitore precedentemente inviata all’AdE è necessario procedere in questo modo:

Dal menù principale, sotto la voce Contabilità varie, selezionare Certificazioni ritenute fornitori (Fig.1)

Fig. 1

Dalla maschera proposta è necessario inserire nell’apposito campo il protocollo di annullamento (recuperabile dal modulo della certificazione dell’AdE) nel seguente formato:
data del protocollo (nel formato AAMMGG), numero del protocollo (11 caratteri numerici) e progressivo (6 caratteri numerici) senza spazi e senza altri caratteri (Es. Certificazione con protocollo 11562375415 – 0000003 del 14/03/2023 dovrà essere scritto come 23031411562375415000003)

Selezionare poi il fornitore, di cui è necessario annullare la certificazione e a cui è associato il protocollo, dai menù a tendina predisposti.

Cliccare poi in alto  “Annullamento CU” (Fig. 2)

 

Verrà generato il file di annullamento da inviare all’AdE nella cartella “Documenti\Cogenet\txt\MODCURXX.TXT” (dove XX è l’anno della certificazione).

di

Cancellazioni CEE/Rev.Charge/SplitPayment

In fase di cancellazione di uno dei movimenti in oggetto viene ora chiesto all’operatore se vuole eliminare automaticamente anche la registrazione ad esso collegata, in maniera di evitare movimenti “orfani”, che inevitabilmente, nel caso di nuova registrazione dello stesso documento, finirebbero per essere dei duplicati.

    Insoftware è una software house di Verona, specializzata nello sviluppo di software ERP e soluzioni gestionali d'impresa personalizzate

    INDIRIZZO

    Via San Marco, 30/A 37138 - Verona

    TELEFONO

    +39 045 8130062

    EMAIL

    info@insoftware.it